I clienti “Rompicoglioni”non ti fanno crescere

Vincenzo Maria Di Dia

Individual Coaching

Info@vincenzodidia.it

Non rincorrere i clienti “rompicoglioni”. Ti stressano e non faranno mai aumentare il tuo business.

Se vuoi crescere devi circondarti di colleghi bravi se non i migliori, di amici positivi e non lagnosi e di clienti proattivi e non rompicoglioni.

Scusate il mio esprimermi colorito ma quando ci vuole ci vuole.

Diamoci un tempo per educare i nostri clienti ma se non siamo riusciti alla data di scadenza, risolvi subito il contratto e ADDIO!!!

Prima di scrivere la mia esperienza e condividerlo con voi dovete sapere che parlo sempre per esperienze personali e non per sentito dire. Io Vi consiglierò di stare attenti ad alcun passaggi prima di prendere delle decisioni drastiche, a differenza mia che quando decido non do tempo, passo subito all’azione.

Non copiate questo mio metodo che a volte è molto doloroso, anche economicamente.

Un cliente che ti crea stress, che desidera essere chiamato in qualsiasi ora del giorno e anche della notte e/o che ti chiama a qualsiasi ora del giorno e della notte iniziando la comunicazione non con un bel saluto ma con: “cosa fai?” “Dove sei?” e rende la vita impossibile, di cui non piace nulla delle tue idee ma che solo le sue sono le migliori, che ha sempre un lavoro da fare con urgenza.

Bene! non c’è tempo da perdere!!! Sono tutti segnali chiari.

Non lavorare con lui. MOLLALO!!!

Ovviamente a tutti fa comodo un’entrata economica e a volte, si evita di chiudere un rapporto con i clienti perché questo bonifico (sempre se pagano puntuali e sempre se pagano) fa comodo.

Ma siamo proprio sicuri che questo ingresso di denaro possa sostituire la serenità professionale?

Siamo proprio sicuri che eliminando questo cliente non si hanno migliori opportunità? trovare altri clienti dove si possa lavorare senza un clima di terrore?

La risposta è SI

Io spero che ne abbiate solo uno di – Rompi… – clienti cattivi perché, se ne avete più di uno allora significa che state sbagliando qualcosa. State sbagliando qualcosa nella comunicazione. Vi siete messi al posto dello zerbino pur di prendere un lavoro.

E’ giusto che voi lo sappiate. I cattivi clienti non fanno crescere la nostra azienda, perché pensano solo alla loro crescita. (Molto probabilmente non crescono nemmeno loro).

Lo so, lo so, è difficile trovare clienti immaginiamoci mollare un cliente dopo la fatica per trovarlo. Ma è solo la PAURA a farci pensare questo.

A volte la paura non ci fa scegliere e questi ancoraggi rimangono nella nostra vita professionale per molto tempo. Sappiamo benissimo che è ora di cambiare pagina ma l’impatto finanziario ad una scelta del genere ci fa tentennare.

Rassicuratevi, ci sono dei metodi per evitare questo disagio.

– La prima è concentrarsi a trovare altri clienti più piccoli in modo tale di avere più tempo.

– Oppure “La nostra azienda non fa più di alcuni tipi di servizi e/o non vende più quel tipo di prodotto”

– Altra strategia? basta aumenta i prezzi (ovviamente solo per lui)

– Facciamolo sentire non importante “Non perdiamo tempo con il Business, abbiamo preso un cliente TOP” (facciamo intendere che lui non lo è) e pertanto l’attenzione va verso chi ci da fiducia.

-Saper dire di NO!

Ad ogni richiesta del cliente rispondiamo con un secco NO e che non possiamo più essere disponibile come lo siamo sempre stati.

Con questi metodi non siamo noi a dire no al cliente ma è lui a sostituirci. se siamo ancora noi la scelta come partner allora aumentiamo i prezzi. Almeno guadagniamo più soldi lavorando meno.

Provatelo con quello che amate meno e qualunque sia la riuscita ci avrete guadagnato. In un modo o nell’altro. Almeno in salute

Ricorda! Se vuoi fare business devi togliere tutte le zavorre.

Il Business è troppo veloce e soprattutto non attende.

Chiedi come mollare un cliente senza recare danni

Ciao e buon lavoro a tutti

Vincenzo Maria Di Dia

www.vincenzodidia.it